Infinita Memoria - Cimiteri Online

Infinita Memoria

+ Condividi

Infinita Memoria "Cimiteri Online" è un portale web dedicato alla visita virtuale dei Cimiteri. Un servizio di rete sociale, preposto al ricordo e alla commemorazione dei defunti. Un nuovo modo di concepire l'evento luttuoso espresso in una forma comunicativa moderna, al passo coi tempi.


Leggi Tutto

La Morte

La morte di un essere umano costituisce un evento di grande importanza nella vita sociale culturale dell’individuo. Tutti noi siamo stati colpiti dallo sconforto per la perdita di qualcuno e come è ovvio in primis il pensiero va ai propri cari, amici e parenti, coloro i quali ci hanno  preceduto e in parte accompagnato nel percorso terreno della nostra vita.

La Crisi Dell'identità Storica

La società moderna è frutto di una costante evoluzione avvenuta nel tempo, un susseguirsi di eventi e di relazioni che progressivamente hanno condizionato la nostra esistenza.
La memoria storica, acquista di fatto un ruolo determinante nella comprensione degli eventi, una rilevanza che troppo spesso tende ad essere trascurata. Come affermava lo storico Ernest Hobsbawm nella sua opera più famosa Il Secolo Breve - Gran parte dei giovani crescono in una sorta di presente assoluto, permanente, dove viene escluso ogni rapporto organico con il passato storico del tempo in cui essi vivono. Questa totale mancanza d’ interesse nei confronti del passato è un grave fattore che dovrebbe far riflettere: com’è possibile pensare di costruire un futuro o comprendere il presente senza essere culturalmente radicati o consapevoli del passato?

Infinita Memoria a tal proposito vuole dare una risposta, indirizzandola specie alle nuove generazioni. Utilizzando strumenti a loro familiari come la rete, veicola servizi e contenuti riguardanti storie di donne e uomini unici di cui non possiamo dimenticare o perdere memoria.
L’intento è quello di mantenere costante nel tempo un legame generazionale col passato, mediante la creazione di un archivio storico nazionale dove raccogliere, conservare, tramandare ai posteri all’ infinito la "memoria" di tutti, indistintamente dal ceto sociale al credo religioso. Il servizio online infinitamemoria.it non ha orari di visita, consente l’accesso agli utenti di tutto il Mondo 24 ore su 24.

"Quod tu es ego fui, quod ego sum et tu eris"


Chiudi
E' Morto Gianfranco D'Angelo
Pubblicato il 17/08/2021
E’ morto al Policlinico Gemelli di Roma dopo una breve malattia l’attore romano Gianfranco D’Angelo. Avrebbe compiuto 85 anni il prossimo 19 agosto. D’Angelo. nella sua lunga carriera è stato, attore, comico, cabarettista, doppiatore, imitatore e cantante. In un’intervista rilasciata alcuni anni fa al settimanale ‘TV Sorrisi e Canzoni’ aveva raccontato i suoi inizi spiegando di venire “da una famiglia poverissima, ho perso i genitori a tre anni e sono cresciuto con gli zii. Ho fatto tanti mestieri, ma ho amato il teatro fin da bambino. Ho anche lavorato dietro le quinte: macchinista, attrezzista”. D’Angelo è stato anche impiegato alla Sip, la compagnia telefonica, “alla sera recitavo in cabaret con i testi che mi ero fatto scrivere da Maurizio Costanzo, che all’epoca era un semplice giornalista”. Poi fu chiamato al ‘Puff’, storico cabaret romano, e a seguire: il teatro, la radio, ilBagaglino, i film e poi la tv.
E' Morto Gino Strada
Pubblicato il 14/08/2021

E’ morto Gino Strada , il fondatore di Emergency. Aveva 73 anni. Il chirurgo è deceduto in Normandia, dove si trovava con la moglie Simonetta, e bisognerà quindi aspettare il rimpatrio della salma. Strada ha lavorato fino alle sue ultime ore di vita alla crisi in Afghanistan, cui ha dedicato un approfondimento pubblicato su 'La Stampa'."Amici, il mio papà Gino Strada non c'è più. Io vi abbraccio ma non posso rispondere ai vostri tanti messaggi (grazie), perché sono qui: dove abbiamo appena fatto un soccorso e salvato vite. È quello che mi hanno insegnato lui e la mia mamma. Abbracci forti a tutte e tutti": così in un tweet Cecilia Strada, la figlia del fondatore di Emergency.

E' Morta Raffaella Carrà
Pubblicato il 05/07/2021
"Raffaella ci ha lasciati. E' andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre". Con queste parole Sergio Iapino dà il triste annuncio unendosi al dolore degli adorati nipoti Federica e Matteo, di Barbara, Paola e Claudia Boncompagni, degli amici di una vita e dei collaboratori più stretti. La Raffa Nazionale aveva 78 anni, è morta dopo una malattia, Una forza inarrestabile la sua, che l'ha imposta ai vertici dello star system mondiale, una volontà ferrea che fino all'ultimo non l'ha mai abbandonata.
E' Morto Giampiero Boniperti
Pubblicato il 18/06/2021
Lutto nel mondo del aclcio:  è morto Giampiero Boniperti, presidente onorario dellaJuventus, di cui è stato una bandiera prima come calciatore e poi come dirigente. Con i bianconeri disputo' 469 partite totali segnando 178 gol dal 1946 al 1961, con la nazionale 38 presenze e 8 reti. Fu anche europarlamentare dal 1994 al 1999 con Forza Italia. Boniperti, che negli ultimi anni si era ritirato a vita privata, avrebbe compiuto 93 anni il prossimo 4 luglio. Lascia la moglie e tre figli: Giampaolo, Alessandro e Federica. I funerali si svolgeranno nei prossimi giorni in forma privata per volere della famiglia.
E' Morta a Milano Carla Fracci
Pubblicato il 28/05/2021
Ci ha lasciato Carla Fracci, regina della danza. Avrebbe compiuto 85 anni il prossimo 20 agosto."Una figura storica e leggendaria", che ha lasciato un segno fortissimo', così la ricorda il teatro alla Scala di Milano. Il presidente della Repubblica Mattarella. " Ha onorato il Paese, con la sua eleganza e il suo impegno artistico, frutto di intenso lavoro'.La camera ardente verrà allestita alla Scala, così ha dichiarato il sovrintendente Dominique Meyer,.una cosa che è stata fatta pochissime volte".Cosa rara "ma trattandosi di Carla Fracci..." ha aggiunto sottolineando che " è stata la ballerina più importante del teatro dell'ultimo secolo ma anche una stella importantissima nella danza internazionale". "Dobbiamo inchinarci davanti alla carriera di Carla Fracci - ha osservato - che è nata qui facendo la scuola di ballo"
E' Morto Franco Battiato
Pubblicato il 18/05/2021

E' morto questa mattina il cantautore musicistae compositore Franco Battiato. Aveva 76 anni, è morto nella sua residenza di Milo, provincia di Catania in Sicilia,, era nato a Jonia il 23 marzo del 1945. Ha spaziato tra una grande quantità di generi, dalla musica pop a quella colta, toccando momenti di avanguardia e raggiungendo una grande popolarità. Personalità eclettica e di grande spessore culturale si era cimentato anche con altre attività come la scrittura, la pittura e la regia cinematografica. 


Ci ha lasciato Milva
Pubblicato il 24/04/2021
Addio a Milva, una delle più grandi interpreti della canzone italiana. L'artista, aveva 81 anni ed era soprannominata la 'Pantera di Goro', dalla città natale in provincia di Ferrara, o semplicemente 'Milva la Rossa', per il colore di capelli. In oltre 50 anni carriera è passata per generi musicali molto distanti fra loro. La sua statura artistica è testimoniata dal successo ottenuto oltre che in Italia, anche in Germania, Francia, Giappone, Corea del Sud, Grecia, Spagna e Sudamerica. Ha venduto oltre 80 milioni di dischi ed è l'artista italiana con il maggior numero di album realizzati: 173 tra album in studio, album live e raccolte.
E' morto Raul Casadei
Pubblicato il 13/04/2021
E' morto Raul Casadei è stato, per tutti, il 'Re del Liscio'. L'uomo che ha trasformato il folklore romagnolo in un genere riconosciuto e apprezzato in ogni angolo d'Italia. Che su quella sorta di inno nazionale', 'Romagna Mia' scritto dallo zio, Secondo Casadei, ha costruito una carriera leggendaria all'insegna dell'allegria, della solarità e della genuinità tipica della sua terra. Se ne è andato a 83 anni - compiuti lo scorso 15 agosto - dopo essere stato ricoverato, il 2 marzo, all'ospedale Bufalini di Cesena per Covid.
E' Morto Claudio Coccoluto
Pubblicato il 04/03/2021
Ci ha lasciato, Claudio Coccoluto, uno dei più noti dj italiani. Il più grande, secondo molti, capace di portare i suoi ritmi e le sue sonorità innovative da una parte all'altra del mondo. Si è spento a 59 anni, nella sua casa di Cassino. Appena diffusa la notizia della sua morte, i social sono letteralmente esplosi, perché tanti, tantissimi, hanno ballato con la sua musica. Ed oggi che la pandemia ha spento da un anno le luci dei locali notturni, la nostalgia per le serate magiche che sapeva regalare si è fatta ancora più forte.
E' Morto Fausto Gresini
Pubblicato il 23/02/2021
Fausto Gresini, ci ha lasciato. Aveva da poco compiuto 60 anni. Dopo mesi di lotta in ospedale, vissuti in un'altalena di speranze di ripresa e improvvisi aggravamenti, il Covid lo ha sconfitto e si è portato via uno dei personaggi più importanti e conosciuti del motociclismo italiano. Due volte campione del mondo da pilota a metà degli anni Ottanta, con la 125, dopo essersi ritirato ha avuto una carriera da manager top delle due ruote, fondando il team che porta il suo nome e di cui era team principal: ha trionfato in Moto3, 250, Moto2 e MotoE ed è ora presente in MotoGp con l'Aprilia. Correva per lui, con la Honda, Marco Simoncelli, quando morì nel 2011 a Sepang.
E' Morto Erriquez
Pubblicato il 14/02/2021

Ci ha lasciato, Enrico Greppi, in arte Erriquez, volto e anima della Bandabardò. L'artista, aveva 60 anni, combatteva con un brutto male da tempo. Con la Bandabardò aveva da poco festeggiato i 25 anni di carriera con un grande evento al Mandela Forum di Firenze, insieme a tanti artisti amici, e sin dalla sua nascita, nel 1993, il gruppo era sempre rimasto fedele a se stesso e ai suoi ideali, diventando un punto di riferimento della scena musicale degli anni '90 e non solo, tanto che ancora oggi il coro "Se mi rilasso collasso", continua ad essere cantato da ogni generazione. Molto riservato ma solare, Erriquez si è anche battuto da sempre nel sociale sposando le cause dei più deboli.

 

Ci ha Lasciato Paolo Rossi
Pubblicato il 10/12/2020
E’ morto Paolo Rossi, ex attaccante della Juve e della Nazionale italiana, Un'altra terribile notizia per il mondo del calcio: fra i grandi protagonisti della vittoria azzurra al Mondiale del 1982 in Spagna. Pablito aveva 64 anni, dopo aver concluso la carriera di calciatore era diventato un brillante opinionista televisivo. E’stata sua moglie Federica, che ha annunciato la sua morte sui social con un commovente post: una foto insieme e un messaggio "Per sempre", accompagnato da un cuore. 
Addio a Diego Armando Maradona
Pubblicato il 26/11/2020

Lutto nel mondo del calcio, è morto Diego Armando Maradona aveva compiuto 60 anni pochi giorni fa. Sicuramente tra i più grandi e popolari calciatori di sempre' è deceduto per una crisi cardiorespiratoria nella sua casa di Tigres, periferia di Buenos Aires.L’ex Pibe de Oro era stato da poco dimesso da una clinica dopo un'operazione al cervello. Maradona è stato ricordato in tutto il mondo. 'Un giorno, spero, giocheremo insieme a calcio in cielo', ha detto Pelè. 'E' il nostro passato che se ne va', ha commentato Platini. Lutto nazionale di tre giorni in Argentina. L'Inghilterra rende onore a colui che fu considerato un vero nemico sportivo. Ai Mondiali del 1986 segnò un gol con la 'mano de Dios', in una partita vissuta come una rivincita della guerra della Falkland-Malvinas. Napoli sotto shock. La città commossa è scesa in piazza per ricordarlo.

E' morto Stefano D'Orazio
Pubblicato il 07/11/2020

E' morto a 72 anni Stefano D'Orazio, storico batterista dei Pooh. A dare la notizia della scomparsa del musicista, è stato l'amico Bobo Craxi, tramite Twitter, confermata dagli altri componenti della band in un post sui social. Stefano D’Orazio romano di nascita, è stato oltre che musicista anche voce della band, e in occasione del cinquantennale del gruppo, ha firmato parte dei testi delle canzoni. Dopo anni di successi con i Pooh, una svolta nella carriera verso il musical e la scrittura (testi e libri) con successi come Aladin, Pinocchio e Mamma Mia! Inoltre è stato uno degli autori del brano “Rinascerò, rinascerai”, dedicato a Bergamo dopo il dramma del Covid. Era ricoverato a Roma da una settimana, ironia della sorte causa covid

Ci ha lasciato Gigi Proietti
Pubblicato il 02/11/2020
E' morto l'attore Gigi Proietti. L’ultimo colpo di scena del grande attore, proprio stamattina avrebbe compiuto 80 anni. Ricoverato da giorni in una clinica romana per accertamenti, era stato colpito ieri da un grave scompenso cardiaco. Da subito le sue condizioni erano apparse molto serie. Una carriera lunga oltre 50 anni ha spaziato dal cinema al teatro. Memorabile il successo di 'A me gli occhi, please'. 'Nelle prime ore del mattino - spiega la famiglia - è venuta a mancare all'affetto della sua famiglia Gigi Proietti. Ne danno l'annuncio Sagitta, Susanna e Carlotta. Nelle prossime ore daremo comunicazione delle esequie'.
Ci ha lasciato Sean Connery
Pubblicato il 31/10/2020
A 90 anni compiuti il 25 agosto scorso, è morto Sean Connery, icona del cinema mondiale. L'attore scozzese, celebre per la sua interpretazione di James Bond, eroe della saga più popolare dello schermo i cui panni ha indossato in sette dei film della saga sullo 007 britannico. La sua carriera ha attraversato decenni raccogliendo numerosi premi e riconoscimenti tra cui un Oscar - nel 1988 come attore non protagonista di 'Gli intoccabili' con Robert De Niro e Kevin Costner . Fu nominato 'Sir' dalla regina Elisabetta II nel 2000, (ANSA). Da tempo malato, è morto nel sonno, serenamente nella sua villa alle Bahamas dove risiedeva da tempo.
E' Morta Franca Valeri
Pubblicato il 09/08/2020
È morta  Franca Valeri, una delle più grandi attrici italiane di teatro, televisione e cinema. L'attrice è deceduta nella sua casa romana: aveva 100 anni. "La morte non ci deve impressionare. È una componente della vita, e se ne può sorridere, a costo di accentuarne le conseguenze, le paranoie e i riti. E poi io ho avuto sempre la fortuna d’avere il teatro che mi parlava in tasca, e quando ho perso per strada gli affetti, ho potuto far affidamento su nuovi giovani amici, e sui miei amati animali" E' così che Franca Valeri s'esprimeva. ."La comicità non è un dono di natura, è un lavoro del cervello"
Ci ha lasciato Sergio Zavoli
Pubblicato il 05/08/2020
Lutto nel giornalismo televisivo italiano. E' morto il Maestro Sergio Zavoli. Aveva 96 anni. Padre di programmi storici come La notte della Repubblica, è stato radiocronista, condirettore del telegiornale, direttore del Gr, presidente della Rai dal 1980 al 1986, autore di inchieste che hanno segnato la storia. Zavoli ha chiesto  di essere sepolto nel cimitero monumentale di Rimini accanto all'amico Federico Fellini "Di Sergio Zavoli forse passerà inosservato un fatto apparentemente locale: Rimini è la sua patria. Lo è stata in vita per affetti, lavoro, amicizie, passioni. Lo sarà ancor più da ora in avanti", ha detto il sindaco di Rimini Andrea Gnassi. 
E' Morto Ennio Morricone
Pubblicato il 06/07/2020

E’ morto all’età di 91 anni il Maestro Ennio Morricone. A causare il decesso la conseguenza di una caduta avvenuta nella sua casa romana. I funerali, ha fatto sapere la famiglia tramite l’amico e legale Giorgio Assumma, si terranno in forma privata «nel rispetto del sentimento di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza». Sempre l’avvocato ha detto che «il maestro si è spento all’alba del 6 luglio in Roma con il conforto della fede», per poi precisare che «ha conservato sino all'ultimo piena lucidità e grande dignità. Ha salutato l'amata moglie Maria, che lo ha accompagnato con dedizione in ogni istante della sua vita umana e professionale e gli è stato accanto fino all'estremo respiro, ha ringraziato i figli e i nipoti per l'amore e la cura che gli hanno donato». 

E' Morto Mario Corso
Pubblicato il 20/06/2020
Ci ha lasciato il veronese Mario Corso il fenomenale mancino della Grande Inter. Mario,l prossimo 25 agosto avrebbe compiuto 79 anni. E’ morto ieri, dopo giorni di ricovero in ospedale. Massimo Moratti lo ricorda così "Mario era l'unico calciatore che Pelè dichiaratamente avrebbe voluto nel suo Brasile: questo per far capire ai giovani la portata della classe del mio amico" ha detto all'Ansa l'ex presidente dell'Inter: "Era il mio preferito della Grande Inter, ma anche mio padre lo adorava, e lui rimase sempre vicino alla nostra famiglia. Tecnica sopraffina, gioco in controtempo, le punizioni cosiddette 'a foglia morta - conclude Moratti- era un piacere vederlo giocare.