Infinita Memoria - Cimiteri Online

Infinita Memoria

+ Condividi

Infinita Memoria "Cimiteri Online" è un portale dedicato alla visita virtuale dei luoghi della memoria per eccellenza: i "cimiteri". Un servizio di rete sociale preposto al ricordo e alla commemorazione dei defunti. Un nuovo modo di concepire l'evento luttuoso espresso in una forma comunicativa moderna, al passo coi tempi.


Leggi Tutto

La Morte

La morte di un essere umano costituisce un evento di grande importanza nella vita sociale culturale dell’individuo. Noi tutti siamo stati colpiti dallo sconforto per la perdita di qualcuno e come è ovvio in primis il pensiero va ai propri cari, specie coloro la cui scomparsa è meno lontana sì che la cicatrice del dolore non è ancora rimarginata. Poi il pensiero sale, per arrivare a tutte le persone conosciute, unite da vincoli di amicizia o di lavoro. Infine il pensiero si estende, verso gli uomini e le donne sacrificati dalla sorte, vittime di guerre, stragi o calamità naturali.

La Crisi Dell'identità Storica

La società moderna è frutto di una costante evoluzione avvenuta nel tempo, un susseguirsi di eventi e di relazioni che progressivamente hanno condizionato la nostra esistenza.
La memoria storica, acquista di fatto un ruolo determinante nella comprensione degli aventi, una rilevanza che troppo spesso tende ad essere trascurata. Come affermava lo storico Ernest Hobsbawm nella sua opera più famosa Il Secolo Breve - Gran parte dei giovani crescono in una sorta di presente assoluto, permanente, dove viene escluso ogni rapporto organico con il passato storico del tempo in cui essi vivono. Questa totale mancanza d’ interesse nei confronti del passato è un grave fattore che dovrebbe far riflettere: com’è possibile pensare di costruire un futuro o comprendere il presente senza essere culturalmente radicati o consapevoli del passato?

Infinita Memoria a questo disinteresse cerca di dare una risposta, indirizzandola specie alle nuove generazioni. Utilizzando strumenti a loro familiari come la rete, veicola servizi e contenuti riguardanti storie di donne e uomini unici di cui non possiamo dimenticare o perdere memoria.
L’intento e' quello di mantenere costante nel tempo un legame generazionale col passato, mediante la creazione di un archivio storico nazionale dove raccogliere, conservare, tramandare ai posteri all’ infinito la "memoria" di tutti, indistintamente dal ceto sociale al credo religioso. Il servizio online infinitamemoria.it non ha orari di visita, consente l’accesso agli utenti di tutto il Mondo 24 ore su 24.

"Quod tu es ego fui, quod ego sum et tu eris"


Chiudi
E' morto Monsignor Antonio Riboldi
Pubblicato il 10/12/2017

E’ morto a 94 anni a Stesa monsignor Antonio Riboldi, per tutti don Antonio vescovo anticamorra di Acerra (Napoli). Si fece voce dei terremotati del Belice, in Sicilia, che vivevano al freddo nelle baracche. E’ stato in prima linea in terra di camorra, negli anni più bui, in cui i morti si contavano a centinaia. A darne l'annuncio la Curia di Acerra dove è stato vescovo dal '78 al 2000. Si batté contro la mafia collaborando con personaggi del calibro di Carlo Alberto Dalla Chiesa e Piersanti Mattarella. La sua lotta alla criminalità organizzata lo portò, negli anni '80, ad una manifestazione contro la camorra ad Ottaviano, dove guidò migliaia di giovani nella città di Raffaele Cutolo, boss indiscusso della Nco. 

E' morto il "cantattore" Lando Fiorini
Pubblicato il 09/12/2017
Lutto nel mondo dello spettacolo, è morto a Roma il cantante e attore italiano Lando Fiorini. Avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, era malato da tempo. Una vita dedicata alla canzone romana, era stato interprete di tutti i grandi classici della tradizione che aveva portato in tv, dove aveva partecipato a tanti varietà, e a teatro, protagonista di numerosi musical. Le sue canzoni sono un inno alla città, una testimonianza d’amore. Il "core grosso" Lando ce l'aveva davvero, era un "romano de' Roma" piacione e generoso
Francia in lutto per Johnny Hallyday
Pubblicato il 07/12/2017

Johnny Hallyday è morto questa notte, ad annunciarlo poco prima delle tre del mattino, è stata la moglie Laeticia Hallyday. Aveva 74 anni. Da circa un anno alla rockstar idolo di generazioni di francesi era stato diagnosticato un cancro ai polmoni. Il cantante monumento della musica francese è stato il primo a essere insignito della Legion d’Onore. Fu lui, folgorato da Elvis Presley, a portare il rock a Parigi. Lascia un repertorio di oltre mille canzoni. In Francia, la morte di Johnny Hallyday è un evento enorme, un lutto nazionale che bene o male tocca ogni cittadino.

Addio a Luis Bacalov
Pubblicato il 15/11/2017
E’ morto a 84 anni, il compositore Luis Bacalov, premio Oscar nel ’95 per la colonna sonora di Il postino. Luis Bacalov è stato un grande musicista, compositore e direttore d’orchestra, un personaggio fondamentale del panorama musicale del nostro Paese dagli anni Sessanta in poi. Protagonista della nuova canzone d'autore italiana degli anni Sessanta, ha firmato colonne sonore per Fellini, Scola e gli spaghetti-western Bacalov portava con sé la sua anima argentina, l’eredità del tango, la tradizione classica che aveva studiato a fondo, e la innestava in un rinnovamento del quale fu uno dei motori essenziali.
E' Morto uno dei Papà di Tex
Pubblicato il 06/11/2017
Il mondo dei fumetti piange uno dei suoi padri, Renzo Calegari. La sua matita ha dato forma a Tex e alla 'Storia del west'. Renzo Calegari, è morto oggi all'ospedale San Martino di Genova. Aveva 84 anni, nei giorni scorsi era stato colpito da un ictus. Il suo addio sarà un funerale laico che si terrà al Teatro di Sori. Animato da una grande passione civile, con un impegno che ha segnato tutta la sua carriera, Calegari è stato tra le firme più conosciute del fumetto italiano.
E' Morto l'Attore Ugo Fangareggi
Pubblicato il 22/10/2017
È morto a Roma all’età di 79 anni, l'attore e regista Ugo Fangareggi. Nato a Genova, aveva partecipato a molti film utilizzando sia il suo vero nome Ugo Fangareggi sia gli pseudonimi Hugh Fangar-Smith e Ugo Mudd. Fangareggi si è affermato come attore caratterista, specializzandosi in particolare nel genere comico, un volto ossuto e indimenticabile. Aveva lavorato con tutti: con Scola e Fellini, con Vittorio Gassman e Carmelo Bene, ma anche con tanti altri comici popolari come Franco e Ciccio. Tra i numerosi film in cui ha recitato si ricordano, La Parmigiana di Antonio Pietrangeli (1963), L'armata Brancaleone di Mario Monicelli (1966), e Operazione San Gennaro di Dino Risi (1966), ma soprattutto lo si ricorda come il mitico Gigi Scalogna, nel "Gatto a nove code" di Dario Argento. Attivo anche in tv accanto a Gigi Proietti. Aveva una compagnia teatrale amatoriale Gli indipendenti di Ugo Fangareggi.
Ci ha lasciato Aldo Biscardi
Pubblicato il 09/10/2017
E' morto a Roma all’età di 86 anni Aldo Biscardi, giornalista e conduttore televisivo noto per l'ideazione e la conduzione del programma televisivo "Il processo del Lunedì". Biscardi avrebbe compiuto 87 anni tra poco più di un mese. I funerali si terranno domani, lunedì 9 ottobre, alle ore 15, nella chiesa di San Pio X, in piazza della Balduina a Roma. Biscardi era ricoverato da qualche settimana al Policlinico Gemelli, assistito dai figli, Antonella e Maurizio. Da tempo aveva lasciato la TV, dove aveva debuttato nel 1979, alla Rai. E' del 1980 l'ideazione del programma "Il processo del lunedì", primo talk show sul mondo del pallone di cui divenne anche conduttore nel 1983, moltiplicandone il successo.
Addio a Jerry Lewis
Pubblicato il 21/08/2017
E’ morto a Los Angeles l'attore comico Jerry Lewis il Picchiatello diceva che ''bisogna essere matti per fare il comico'', e lui aveva iniziato a 5 anni quando si era accorto che la gente rideva alle sue battute. Ma Jerry Lewis, uno dei comici più rivoluzionari del dopoguerra, era nonostante tutto diventato un monumento e i suoi 90 anni, erano stati celebrati con una retrospettiva al MoMa di New York e una reunion con Martin Scorsese al Museum the Moving Image. Ora, dopo una morte varie volte annunciata come una fake news, Hollywood Reporter e Variety annunciano che Jerry Lewis, con all'attivo una quarantina di film come attore, una decina da regista, tanta tv, è scomparso davvero a Las Vegas a 91 anni per cause naturali. 
Morta L'attrice Elsa Martinelli
Pubblicato il 08/07/2017
E’morta nella sua casa romana a 82 anni per un male incurabile l’attrice Elsa Martinelli. Al contrario di altre colleghe che nello stesso periodo fecero il tragitto Roma-Hollywood, Elsa Martinelli inizio quasi per caso la carriera all’estero, notata da Kirk Douglas per una foto su Life. Entrò nel jet-set, grazie al sarto Roberto Cappucci che la notò in una boutique di Via Frattina a Roma e subito la volle come mannequin per le sue sfilate. Lei bella e insinuante, nel corso della carriera ha lavorato con registi del calibro di Orson Wells, Mario Monicelli, Howard Hawks, Vittorio De Sica, Roger Vadim. L'attrice ha lavorato con grandi atori come John Wayne, Robert Mitchum e Marcello Mastroianni . Era fuori dai canoni di allora, non maggiorata, magra e slanciata come dopo una dieta ben calibrata, alta 1,76, non dialettale anzi già bilingue, vocazione international e all’inizio, come si usava, mannequin di lusso dopo aver fatto anche la commessa di un bar.
I funerali dell'attrice si terranno martedì 11 luglio alle 11 a Roma, nella chiesa di Santa Maria del Popolo.
L'Italia piange Paolo Villaggio
Pubblicato il 03/07/2017

E' morto questa mattina a Roma l’attore Paolo Villaggio aveva 84 anni. Soffriva di diabete e di difficoltà respiratoria, ricoverato dai primi di giugno per aggravamento in una clinica privata di Roma. Genovese purosangue, è stato scrittore e autore, protagonista di una stagione storica dell'intrattenimento, tra grande schermo, radio e tv. Ha dato il volto a mille personaggi entrati nell'immaginario collettivo, primo fra tutti il ragionier Ugo Fantozzi figura letteraria poi cinematografica. Interprete di personaggi tv paradossali e grotteschi, come il professor Kranz e Giandomenico Fracchia. Indimenticabili anche i ruoli drammatici nelle pellicole di Federico Fellini, Marco Ferreri, Lina Wertmuller, Ermanno Olmi e Mario Monicelli, che gli valsero, nel 1992, il Leone d’Oro alla carriera. “ Ciao papà ora sarai di nuovo libero di volare”, scrive la figlia Elisabetta su Facebook

Addio a Paolo Limiti
Pubblicato il 27/06/2017
Si è spento nella sua casa milanese Paolo Limiti. Il popolare paroliere e conduttore televisivo, colpito un anno fa da una grave malattia. Come paroliere collaborò soprattutto con Mina per la quale scrisse canzoni di grande successo come Bugiardo e incosciente o La voce del silenzio.
L'annuncio della scomparsa è stato dato da Nicola Carraro, produttore cinematografico e marito di Mara Venier. Grande divulgatore di memorie collettive, Limiti è stato un protagonista indiscusso della televisione. Limiti ha lavorato con numerose star italiane e internazionali tra cui Ornella Vanoni, Jula De Palma, Dionne Warwick, Donovan, Peppino di Capri, Loretta Goggi, Mia Martini, Al Bano e Romina Power e tanti altri.
E' Morto il Giurista Stefano Rodotà
Pubblicato il 24/06/2017

E' morto Stefano Rodotà. Raffinato giurista, politico, accademico, Garante della Privacy Era nato a Cosenza il 30 maggio 1933 aveva 84 anni. Dal 1997 al 2005 è stato il primo Presidente del Garante per la protezione dei dati personali. Nel 2013 Rodotà è stato candidato, non eletto, per l'elezione del Presidente della Repubblica: è stato votato dal Movimento 5 Stelle, Sinistra Ecologia Libertà, alcuni parlamentari del Pd. Intellettuale di sinistra, come professore ha insegnato in molte università europee, negli Stati Uniti, in America Latina, Canada, Australia e India. I suoi contributi maggiori sono soprattutto nel campo del diritto costituzionale, con riferimento al rapporto tra i diritti costituzionali fondamentali e quelli relativi alle tecnologie dell'informazione. Una vita spesa per difendere i diritti e la legalità, un protagonista della vita pubblica italiana che si è sempre speso per far valere il suo punto di vista laico sui grandi temi del Paese.

E' Morto Toni Bertorelli
Pubblicato il 27/05/2017
Ci ha Lasciato all'eta di 67 l'attore Toni Bertorelli. Era stato ricoverato all'inizio di maggio. Bertorelli era originario di Barge, nel cuneese, dove era nato il 18 marzo del 1948. Aveva lavorato con registi del calibro di Marco Bellocchio e Nanni Moretti. Fra i suoi lavori si ricordano Il partigiano Johnny (2000), Luce dei miei occhi (2001) e La stanza del figlio (2001), La passione di Cristo con la regia di Mel Gibson (2004) (2003), Romanzo criminale (2005), Il Caimano (2006). Il regista Marco Bellocchio lo ha diretto ne Il principe di Homburg (1997) e L'ora di religione (2002) e in sangue del mio sangue, Cristina Comencini in Latin Lover (2014). (ANSA) - ROMA, 26 MAG - Tra gli ultimi ruoli quello del cardinale Caltanissetta nella serie tv andata in onda su Sky Atlantic 'The Young Pope' del premio Oscar Paolo Sorrentino.   
Addio a Laura Biagiotti
Pubblicato il 26/05/2017
Si è spenta nella notte la grande stilista romana Laura Biagiotti la conferma in un tweet sul suo profilo ufficiale. Ricoverata all'Ospedale Sant'Andrea di Roma, i medici avevano già avviato giovedì notte le procedure per l'accertamento della morte cerebrale. Biagiotti, 73 anni, aveva avuto un malore con arresto cardiaco, ed  era stata ricoverata in terapia intensiva in condizioni gravissime. Lauro Biagiotti è stata tra le poche stiliste donne, insieme a Krizia - alla conquista dei mercati globali, diventando la prima griffe italiana a sfilare in Cina nel 1988, a Pechino, e la prima a varcare con la sua moda, nel 1995, le soglie del Grande Teatro del Cremlino a Mosca, nella vecchia sede del Pcus. Fino a essere incoronata dal New York Times con 'la Regina del cashmere' (Queen of cashmere)
Nicky Hayden non ce l'ha fatta.
Pubblicato il 22/05/2017
Nicky Hayden non ce l’ha fatta, ha perso la sua lotta per la vita, da subito apparsa dura e difficilissima. Il pilota statunitense di Superbike, 36 anni, è morto questo pomeriggio all'Ospedale Bufalini di Cesena, dov'era arrivato in condizioni disperate mercoledì scorso da Rimini.
Hayden è rimasto ferito il 17 maggio in un incidente stradale a Misano Adriatico, mentre si allenava in bicicletta all'incrocio fra via Ca' Raffaelli, e via Tavoleto. Secondo la dinamica, avvalorata da un video delle telecamere di sorveglianza di un'abitazione privata, ora in possesso dei pm, il pilota del Kentucky non si sarebbe fermato allo stop, venendo così travolto. La bici, tagliata in due, è stata sbalzata a metri di distanza nell'erba, il parabrezza dell'auto è andato in frantumi.
E' Morto Daniele Piombi
Pubblicato il 18/05/2017
È morto Daniele Piombi, famoso volto della televisione italiana. Il conduttore si è spento a Milano, dopo che la sua salute si era aggravata per una caduta sul terrazzo, nel 2015. Un volto garbato, che nel corso di una lunga carriera è stato alla guida di molti programmi di successo sia in Rai che per diverse tv private. Tra le sue «invenzioni», il «Premio Regia Televisiva», manifestazione che attribuisce quelli che vengono chiamati gli Oscar tv. Nel ricordarlo, Ezio Greggio ha scritto: «Addio Daniele, se ne va un pezzo della storia della tv.Hai accettato sempre col sorriso le mie battute quando venivo a ritirare l’OscarTV». Ironico, di un’ironia sempre elegante, Piombi era nato a San Pietro in Casale, in provincia di Bologna, nel 1933, ne avrebbe compiuto 84 a luglio.
Giornalismo in lutto
Pubblicato il 15/05/2017
E’ morto Oliviero Beha, giornalista, scrittore, saggista, conduttore televisivo e radiofonico. Aveva 68 anni. Lo annuncia la figlia Germana. “E’ stato un male molto veloce. Papà se n’è andato abbracciato da tutta la sua grande famiglia allargata di parenti e amici”.
“E ahimè oggi, mi presento… sono una delle figlie. Nelle ultime settimane mi è capitato di essere le mani di papà che hanno trasferito in parole scritte su un monitor quello che lui velocemente mi dettava. Si perché, gli articoli lui, li aveva in testa, non seguiva appunti, non doveva cambiare o correggere delle frasi… lui parlava ed io scrivevo perché animare, vibrare e far venire vere le parole, Lui, l’aveva come dono”: con queste parole lo ricorda la figlia, in un lungo posto pubblicato sul sito Olivierobeha.it. Scrivo queste righe – continua – perché con grande orgoglio, sono convinta che papà lascerà un vuoto profondo nel mondo dell’informazione perché a dispetto del suo carattere burrascoso, a volte irriverente, spesso ironico, dispotico e a tratti per alcuni arrogante, è stato, è, e rimarrà un giornalista libero. La “libertà è un lusso di pochi” mi ripeteva…”
Ciclismo, è morto Michele Scarponi
Pubblicato il 22/04/2017
E’ morto questa mattina in un incidente stradale Michele Sacarponi . La tragedia è avvenuta alle 8.05  a Filottrano il suo paesein in via dell'Industria, mentre si allenava con la sua bicicletta. Il campione dell'Astana, vincitore del Giro d'Italia 2011 dopo la squalifica di Contador, è stato investito in sella alla sua bici. Aveva 37 anni. Lunedì scorso la sua ultima vittoria. L'impatto è stato violentissimo, il tutto sotto lo sguardo attonito di decine di automobilisti che si sono subito resi conto della gravità della situazione. Attivato il 118, la centrale operativa ha provveduto ad inviare un'ambulanza infermieristica che in pochi minuti ha raggiunto il luogo dell'intervento. Nel frattempo, dall'ospedale regionale di Torrette di Ancona, si alzava in volo l'elicottero. L'anestesista rianimatore non ha potuto far altro che constatare il decesso. Scarponi, 37 anni, è deceduto sul colpo. 
Gianni Boncompagni è morto.
Pubblicato il 16/04/2017
È morto a Roma Gianni Boncompagni, tra i grandi innovatori dello spettacolo italiano. Aveva 84 anni. Conduttore e autore radiofonico e televisivo, regista, nel corso di una carriera lunga circa mezzo secolo è stato l'ideatore di numerosi programmi che hanno segnato la storia della televisione italiana. Insieme a Renzo Arbore, ha dato vita a show rivoluzionari come Alto gradimentoBandiera giallaPronto, Raffaella?Domenica InNon è la RaiCarramba. Boncompagni. A dare la notizia della morte sono state le figlie Claudia, Paola e Barbara: "Dopo una lunga vita fortunata, circondato dalla famiglia e dagli amici se n'è andato papà, uomo dai molti talenti e padre indimenticabile". La camera ardente sarà allestita martedì 18 aprile a Roma, alle 12, nella sede Rai di via Asiago 10.
E' morto il politologo Giovanni Sartori
Pubblicato il 04/04/2017
Giovanni Sartori aveva 92 anni ed era uno dei più importanti politologi al mondo. Noto al pubblico più generale soprattutto come editorialista del Corriere della Sera e opinionista televisivo, a lui si deve la nascita della “scienza politica” come disciplina accademica nel nostro Paese, nonché inventore di neologismi poi diventati di uso giornalistico e politico comune come “Mattarellum” e “Porcellum”, coniate per designare le leggi elettorali italiane. Sartori è stato autore di testi sulla democrazia e dei sistemi dei partito e dell’ingegneria costituzionale studiati ancora oggi nelle università di mezzo mondo