Infinita Memoria - Cimiteri Online

Infinita Memoria

+ Condividi

Infinita Memoria "Cimiteri Online" è un portale dedicato alla visita virtuale dei luoghi della memoria per eccellenza: i "cimiteri". Un servizio di rete sociale preposto al ricordo e alla commemorazione dei defunti, coloro i quali ci hanno preceduto e in parte accompagnato nel percorso terreno della nastra vita.


Leggi Tutto

La Morte

La morte di un essere umano costituisce un evento di grande importanza nella vita sociale culturale dell’individuo. Tutti noi siamo stati colpiti dallo sconforto per la perdita di qualcuno e come è ovvio, in primis il pensiero va ai propri cari, specie coloro la cui scomparsa è meno lontana, sì che la cicatrice del dolore non è ancora rimarginata. Poi il pensiero sale e si volge a tutte le persone conosciute appartenenti alle comunità in cui viviamo, unite da vincoli di amicizia o di lavoro. Infine il pensiero si estende, come un velo, a tutti gli uomini e le donne sacrificati dalla sorte, vittime di guerre, stragi o calamità naturali.

La Crisi Dell'identità Storica

La società moderna è frutto di una costante evoluzione avvenuta nel tempo, un susseguirsi di eventi e di relazioni che progressivamente hanno condizionato la nostra esistenza.
La memoria storica, acquista di fatto un ruolo determinante nella comprensione degli aventi, una rilevanza che troppo spesso tende ad essere trascurata. Come affermava lo storico Ernest Hobsbawm nella sua opera più famosa Il Secolo Breve - Gran parte dei giovani crescono in una sorta di presente assoluto, permanente, dove viene escluso ogni rapporto organico con il passato storico del tempo in cui essi vivono. Questa totale mancanza d’ interesse nei confronti del passato è un grave fattore che dovrebbe far riflettere: com’è possibile pensare di costruire un futuro o comprendere il presente senza essere culturalmente radicati o consapevoli del passato?

Infinita Memoria a tutto ciò da una risposta indirizzandola specie alle nuove generazioni. Utilizzando strumenti a loro familiari come la rete,  veicola servizi e contenuti riguardanti storie di donne e uomini unici di cui non possiamo dimenticare o perdere memoria.
L’intento e' quello di mantenere costante nel tempo un legame generazionale col passato, mediante la creazione di un archivio storico nazionale dove raccogliere, conservare, tramandare ai posteri all’ infinito la "memoria" di tutti, indistintamente dal ceto sociale al credo religioso. Il servizio online infinitamemoria.it non ha orari di visita, consente l’accesso agli utenti di tutto il Mondo 24 ore su 24.

"Quod tu es ego fui, quod ego sum et tu eris"


Chiudi
E' Morto Toni Bertorelli
Pubblicato il 27/05/2017
Ci ha Lasciato all'eta di 67 l'attore Toni Bertorelli. Era stato ricoverato all'inizio di maggio. Bertorelli era originario di Barge, nel cuneese, dove era nato il 18 marzo del 1948. Aveva lavorato con registi del calibro di Marco Bellocchio e Nanni Moretti. Fra i suoi lavori si ricordano Il partigiano Johnny (2000), Luce dei miei occhi (2001) e La stanza del figlio (2001), La passione di Cristo con la regia di Mel Gibson (2004) (2003), Romanzo criminale (2005), Il Caimano (2006). Il regista Marco Bellocchio lo ha diretto ne Il principe di Homburg (1997) e L'ora di religione (2002) e in sangue del mio sangue, Cristina Comencini in Latin Lover (2014). (ANSA) - ROMA, 26 MAG - Tra gli ultimi ruoli quello del cardinale Caltanissetta nella serie tv andata in onda su Sky Atlantic 'The Young Pope' del premio Oscar Paolo Sorrentino.   
Addio a Laura Biagiotti
Pubblicato il 26/05/2017
Si è spenta nella notte la grande stilista romana Laura Biagiotti la conferma in un tweet sul suo profilo ufficiale. Ricoverata all'Ospedale Sant'Andrea di Roma, i medici avevano già avviato giovedì notte le procedure per l'accertamento della morte cerebrale. Biagiotti, 73 anni, aveva avuto un malore con arresto cardiaco, ed  era stata ricoverata in terapia intensiva in condizioni gravissime. Lauro Biagiotti è stata tra le poche stiliste donne, insieme a Krizia - alla conquista dei mercati globali, diventando la prima griffe italiana a sfilare in Cina nel 1988, a Pechino, e la prima a varcare con la sua moda, nel 1995, le soglie del Grande Teatro del Cremlino a Mosca, nella vecchia sede del Pcus. Fino a essere incoronata dal New York Times con 'la Regina del cashmere' (Queen of cashmere)
Nicky Hayden non ce l'ha fatta.
Pubblicato il 22/05/2017
Nicky Hayden non ce l’ha fatta, ha perso la sua lotta per la vita, da subito apparsa dura e difficilissima. Il pilota statunitense di Superbike, 36 anni, è morto questo pomeriggio all'Ospedale Bufalini di Cesena, dov'era arrivato in condizioni disperate mercoledì scorso da Rimini.
Hayden è rimasto ferito il 17 maggio in un incidente stradale a Misano Adriatico, mentre si allenava in bicicletta all'incrocio fra via Ca' Raffaelli, e via Tavoleto. Secondo la dinamica, avvalorata da un video delle telecamere di sorveglianza di un'abitazione privata, ora in possesso dei pm, il pilota del Kentucky non si sarebbe fermato allo stop, venendo così travolto. La bici, tagliata in due, è stata sbalzata a metri di distanza nell'erba, il parabrezza dell'auto è andato in frantumi.
E' Morto Daniele Piombi
Pubblicato il 18/05/2017
È morto Daniele Piombi, famoso volto della televisione italiana. Il conduttore si è spento a Milano, dopo che la sua salute si era aggravata per una caduta sul terrazzo, nel 2015. Un volto garbato, che nel corso di una lunga carriera è stato alla guida di molti programmi di successo sia in Rai che per diverse tv private. Tra le sue «invenzioni», il «Premio Regia Televisiva», manifestazione che attribuisce quelli che vengono chiamati gli Oscar tv. Nel ricordarlo, Ezio Greggio ha scritto: «Addio Daniele, se ne va un pezzo della storia della tv.Hai accettato sempre col sorriso le mie battute quando venivo a ritirare l’OscarTV». Ironico, di un’ironia sempre elegante, Piombi era nato a San Pietro in Casale, in provincia di Bologna, nel 1933, ne avrebbe compiuto 84 a luglio.
Giornalismo in lutto
Pubblicato il 15/05/2017
E’ morto Oliviero Beha, giornalista, scrittore, saggista, conduttore televisivo e radiofonico. Aveva 68 anni. Lo annuncia la figlia Germana. “E’ stato un male molto veloce. Papà se n’è andato abbracciato da tutta la sua grande famiglia allargata di parenti e amici”.
“E ahimè oggi, mi presento… sono una delle figlie. Nelle ultime settimane mi è capitato di essere le mani di papà che hanno trasferito in parole scritte su un monitor quello che lui velocemente mi dettava. Si perché, gli articoli lui, li aveva in testa, non seguiva appunti, non doveva cambiare o correggere delle frasi… lui parlava ed io scrivevo perché animare, vibrare e far venire vere le parole, Lui, l’aveva come dono”: con queste parole lo ricorda la figlia, in un lungo posto pubblicato sul sito Olivierobeha.it. Scrivo queste righe – continua – perché con grande orgoglio, sono convinta che papà lascerà un vuoto profondo nel mondo dell’informazione perché a dispetto del suo carattere burrascoso, a volte irriverente, spesso ironico, dispotico e a tratti per alcuni arrogante, è stato, è, e rimarrà un giornalista libero. La “libertà è un lusso di pochi” mi ripeteva…”
Ciclismo, è morto Michele Scarponi
Pubblicato il 22/04/2017
E’ morto questa mattina in un incidente stradale Michele Sacarponi . La tragedia è avvenuta alle 8.05  a Filottrano il suo paesein in via dell'Industria, mentre si allenava con la sua bicicletta. Il campione dell'Astana, vincitore del Giro d'Italia 2011 dopo la squalifica di Contador, è stato investito in sella alla sua bici. Aveva 37 anni. Lunedì scorso la sua ultima vittoria. L'impatto è stato violentissimo, il tutto sotto lo sguardo attonito di decine di automobilisti che si sono subito resi conto della gravità della situazione. Attivato il 118, la centrale operativa ha provveduto ad inviare un'ambulanza infermieristica che in pochi minuti ha raggiunto il luogo dell'intervento. Nel frattempo, dall'ospedale regionale di Torrette di Ancona, si alzava in volo l'elicottero. L'anestesista rianimatore non ha potuto far altro che constatare il decesso. Scarponi, 37 anni, è deceduto sul colpo. 
Gianni Boncompagni è morto.
Pubblicato il 16/04/2017
È morto a Roma Gianni Boncompagni, tra i grandi innovatori dello spettacolo italiano. Aveva 84 anni. Conduttore e autore radiofonico e televisivo, regista, nel corso di una carriera lunga circa mezzo secolo è stato l'ideatore di numerosi programmi che hanno segnato la storia della televisione italiana. Insieme a Renzo Arbore, ha dato vita a show rivoluzionari come Alto gradimentoBandiera giallaPronto, Raffaella?Domenica InNon è la RaiCarramba. Boncompagni. A dare la notizia della morte sono state le figlie Claudia, Paola e Barbara: "Dopo una lunga vita fortunata, circondato dalla famiglia e dagli amici se n'è andato papà, uomo dai molti talenti e padre indimenticabile". La camera ardente sarà allestita martedì 18 aprile a Roma, alle 12, nella sede Rai di via Asiago 10.
E' morto il politologo Giovanni Sartori
Pubblicato il 04/04/2017
Giovanni Sartori aveva 92 anni ed era uno dei più importanti politologi al mondo. Noto al pubblico più generale soprattutto come editorialista del Corriere della Sera e opinionista televisivo, a lui si deve la nascita della “scienza politica” come disciplina accademica nel nostro Paese, nonché inventore di neologismi poi diventati di uso giornalistico e politico comune come “Mattarellum” e “Porcellum”, coniate per designare le leggi elettorali italiane. Sartori è stato autore di testi sulla democrazia e dei sistemi dei partito e dell’ingegneria costituzionale studiati ancora oggi nelle università di mezzo mondo
Morto Cino Tortorella "Mago Zurlì"
Pubblicato il 24/03/2017
Cino Tortorella  è morto a Milano, avrebbe compiuto 90 anni a giugno. Amatissimo dai bambini, ha emozionato generazioni di giovani spettatori con lo Zecchino d'oro, programma che ha condotto per quasi 50 anni. Una carriera di successo, una vita passata in tv, come autore e regista, ma anche appassionato ed esperto di enogastronomia, ma gli ultimi anni erano stati amari. L'esclusione dallo Zecchino d'oro, una decina di anni fa, lo aveva profondamente colpito. Tortorella lega la sua popolarità al personaggio fiabesco di Mago Zurlì che lo fa diventare un'icona televisiva.
Addio a Tomàs Miliàn
Pubblicato il 22/03/2017
È morto a Miami l’attore Tomas Milian, cubano naturalizzato italiano, aveva compiuto da poco 84 anni. Tomas Quintin Rodriguez Milian questo il suo vero nome, da tempo viveva negli Usa, ma era noto soprattutto in Italia dove, ha lavorato con autori come Lattuada, Visconti e Pasolini. Soprattutto noto per le sue partecipazione in western e nei film polizieschi dando vita a personaggi cult: come il maresciallo Nico Giraldi e poi, soprattutto, il poco onesto quanto romanissimo Sergio Marazzi, detto “Er Monnezza”, (doppiato da Ferruccio Amendola). 
E' morto Chuck Berry Leggenda del Rock e Rol
Pubblicato il 19/03/2017
Addio a Chuck Berry, padre fondatore del Rock 'N' Roll, Se n’è andato intorno alle 13,30 di sabato 18 marzo 2017, all’età di 90 anni nella sua casa in Missuri. Autore e cantante di brani decretati dal tempo intramontabili come il grande classico 'Johnny B. Goode'. Tutto il mondo della musica piange la scomparsa del grande artista: da Mick Jagger a Bruce Springsten. Riconoscibile con le sue chitarre rosse, le camice dai colori accesi, il cappello da marinaio e il suo stile travolgente sul palco. La sua musica è un mix di sonorità blues, country, rockabilly, e boogie-woogie, creando quella che sarebbe diventata la musica più importante della seconda metà del secolo scorso, il rock - roll. Insieme a gente come Elvis Presley, Little Richard, Fats Domino e Bill Haley
Addio a Pasquale Squitieri.
Pubblicato il 19/02/2017
Lutto nel cinema italiano: ci ha lasciato Pasquale Squitieri, regista, sceneggiatore, politico italiano. Lo rendono noto il fratello Nicola, la seconda moglie Ottavia Fusco, la figlia Claudia. Nato a Napoli il 27 novembre 1938, è venuto a mancare circondato dall’affetto dei suoi cari all’ospedale Villa San Pietro di Roma. La camera ardente sarà allestita dalle 11 alle 18. Il regista ha avuto anche una parentesi politica, eletto senatore nel 1994 con Alleanza Nazionale. Dietro la macchina da presa di film come Django sfida Sartana (firmandosi William Redford), Camorra, Il prefetto di ferro e Corleone.
 "Un anno fa - ha raccontato la seconda moglie Ottavia Fusco all'ANSA - ha avuto un terribile incidente stradale dal quale non si è mai ripreso le cui conseguenze nell'ultimo tempo lo avevano costretto addirittura a problemi di deambulazione. Si è spento per complicanze respiratorie dovute a un enfisema. E' stato sempre un accanito fumatore. Ma il suo amore per il cinema quello è sempre rimasto immutato".
E' morto Tullio De Mauro.
Pubblicato il 05/01/2017
Cultura in Lutto, è morto a 84 anni Tullio De Mauro. Linguista, docente universitario, saggista, già ministro della Pubblica Istruzione e presidente della Fondazione Bellonci, che organizza il premio Strega. De Mauro ha introdotto in Italia gli studi linguistici, ne ha fatto una disciplina a sé, emancipandola dalla glottologia e dalla storia di una lingua. Ha ricostruito il testo fondativo della linguistica moderna, il Cours de linguistique générale di Ferdinand de Saussurre. Ma l'indagine sulla lingua lo ha indirizzato verso i parlanti. Sono loro l'oggetto di un impegno durato oltre cinquant'anni. Tra le sue opere più importanti la "Storia linguistica dell'Italia unita" e "Il grande dizionario italiano dell'uso". Mattarella: "Un lutto che colpisce tutta l'Italia".
Natale 2016, anche George Michael è scomparso.
Pubblicato il 26/12/2016
Altro grande della musica pop mondiale ci ha lasciato. La notizia arriva nel giorno di natale 2016, George Michael, 53 anni  “È morto serenamente nella sua casa di Goring in Inghilterra” in seguito a un arresto cardiaco, così ha dichiarato il suo agente. Negli anni ottanta George Michael era divenuto famoso con il duo pop Wham! In coppia con il chitarrista Andrew Ridgeley. e poi da solista con altrettanti successi. Nel corso della sua carriera ha venduto più di cento milioni di dischi in tutto il mondo. Tra le sue canzoni più famose si ricordano Wake me up before you go-go, Last Christmas  e Faith. “Ho perso un caro amico, l’anima più gentile e generosa e un artista geniale”, ha scritto Elton John su instagram. “Addio amico mio! Un altro grande artista ci lascia”, scrive Madonna su Twitter.
E' morta Franca Sozzani "Signora della Moda"
Pubblicato il 22/12/2016
Ci ha lasciato a 66 anni Franca Sozzani “signora della moda” giornalista direttrice di Vogue Italia. Era ammalata da tempo, un male incurabile che ha combattuto fino alla fine “sono una pantera che ha lottato per tutto”. Dal 2013 era presidente della Fondazione Ieo, Istituto Europeo di Oncologia e centro cardiologico Monzino. Donna sottile e intelligente, sempre pronta a rispondere alle domande ed a esprimere il suo parere. Aveva la fama di poter decidere le sorti dei stilisti, diceva - se hai talento vai avanti e la stampa non conta.
"Nessuno come Franca Sozzani ha saputo immaginare una realtà diversa e raccontarla attraverso un esercizio quotidiano di gusto e fantasia. Ha dato al suo destino la forma che ha voluto e che non lasciava nessuno indifferente. Mi mancherà non cercare più la sua presenza nel buio della sala. Con vero affetto sono vicino a Carla e a Francesco in questo momento di dolore". Così Giorgio Armani sulla scomparsa di Franca Sozzani.
E' Morto il leder Maxsimo Fidel Castro
Pubblicato il 26/11/2016
E’ morto l’ex presidente cubano Fidel Castro, aveva 90 anni, lo ha annunciato suo fratello Raúl, attuale presidente di Cuba. «Il comandante capo della rivoluzione cubana è morto alle 22.29 della notte tra venerdì e sabato », lo ha anninciato con voce tremante. Castro, che era nato il 13 agosto 1926, è stato una delle personalità più importanti del Novecento, diventato per via del suo carisma un’icona per la sinistra sudamericana e non solo. Il governo cubano ha indetto nove giorni di lutto nazionale, saranno sospesi tutti gli eventi pubblici, le bandiere saranno a mezz’asta e le radio e le televisioni trasmetteranno programmi «di informazione, patriottici e storici». Castro sarà cremato, e le sue ceneri saranno seppellite al cimitero Santa Ifigenia di Santiago de Cuba. I funerali di stato si terranno il 4 dicembre, e il 29 novembre sarà organizzata una cerimonia pubblica a L’Avana.
E' Morto a Roma, Vittorio Sermonti
Pubblicato il 25/11/2016
Un'altro grande italiano ci ha lasciato. Vittorio Sermonti celebre attore, regista e divulgatore di opere, aveva 87 anni. Era nato a Roma il 26 settembre del 1929, in una famiglia in cui si respiravano la legge e la cultura. Il suo più grande successo fu la rilettura della Divina Commedia, che lo rese ancora più famoso. Aveva imparato ad ascoltare la Divina Commedia fin da bambino, a dieci anni ascoltava già i canti da suo padre, avvocato di fama di origine pisane. Nella sua lunga carriera, Vittorio Sermonti ha diretto circa centoventi regie radiofoniche, conoscendo e lavorando con attori del calibro di Renzo Ricci, Vittorio Gassman, Carmelo Bene, Paolo Poli e Valeria Moriconi. Uno dei suoi ultimi scritti è stato il romanzo autobiografico "Se avessero", che ha fatto parte dei cinque libri del premio Strega. Giorni fa, prima del suo ricovero, aveva avvisato i suoi lettori sul proprio profilo Twitter che sarebbe stato assente per potersi riposare un po', ma che comunque avrebbe letto i commenti del profilo social.
E' Morto all'alba Enzo Majorca.
Pubblicato il 13/11/2016
L’italia dello sport piange un altro campione. E’morto all’alba di oggi nella sua città, Siracusa, Enzo Majorca, aveva 85 anni. ''Signore degli abissi'',  leggenda del mare, uno dei maggiori apneisti italiani, più volte detentore del record di immersione in apnea in assetto variabile. Una carriera la sua che, dagli anni ’60 fino ai primi anni ’90 si è spinto sempre più giù raggiungendo profondità mai conquistate prima dall’uomo. «Il mare è stata la mia seconda casa - confessava- io gli sono grato». La camera ardente è stata allestita a Palazzo Vermexio, a Siracusa. 
E' Morto Umberto Veronesi.
Pubblicato il 08/11/2016
È morto nella sua casa milanese l’oncologo Umberto Veronesi, da alcune settimane le sue condizioni di salute si erano progressivamente aggravate. Veronesi si è spento all'età di 90 anni, affettuosamente circondato dai suoi familiari, la moglie e i figli. Oncologo e uomo politico, la sua attività clinica e di ricerca è stata incentrata per decenni sulla prevenzione e sulla cura del cancro. In particolare si è occupato del carcinoma mammario, prima causa di morte per tumore nella donna.
Presidente nonché fondatore della omonima Fondazione Umberto Veronesi, ha ricoperto il ruolo di direttore scientifico emerito dell’Istituto europeo di oncologia e dal 1976 al 1994 é stato direttore scientifico dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Ha ricoperto l’incarico di Ministro della sanità dal 25 aprile 2000 all’11 giugno 2001 nel Governo Amato II.
E'Morta Tina Anselmi
Pubblicato il 03/11/2016
E' morta Tina Anselmi, prima donna ad aver ricoperto la carica di ministro della Repubblica: aveva 89 anni. deceduta nella sua casa di Castelfranco Veneto. Figlia di antifascisti, da ragazza entrò nella Resistenza. Nel 1976 alla guida del dicastero del Lavoro. Tina Anselmi, eletta più volte parlamentare della Democrazia Cristiana.
Dopo aver ricoperto la carica di ministro del Lavoro, Tina Anselmi fu nel quarto e quinto governo Andreotti ministro della Salute e legò il suo nome alla riforma che introdusse il Servizio Sanitario Nazionale Nel 1981, nel corso dell'ottava legislatura, fu nominata presidente della Commissione d'inchiesta sulla loggia massonica P2, che termina i lavori nel 1985. I funerali saranno celebrati venerdì 4 novembre nel Duomo di Castelfranco Veneto.