Giuseppe Montezemolo

+ Condividi
NATO IL 26-05-1901
MORTO IL 24-03-1944
Flag of Italy (1861-1946) crowned.svg Giuseppe Cordero Lanza di Montezemolo (Roma, 26 maggio 1901 – Roma, 24 marzo 1944) è stato un ufficiale italiano, comandante del Fronte Militare Clandestino, martire alle Fosse Ardeatine e Medaglia d'oro al valor militare alla memoria.

Medaglia d'oro al valor militare alla memoria - nastrino per uniforme ordinaria  Medaglia d'oro al valor...

Pubblicato il 22/09/2015


Postato il 24/03/2022

Se potessi rivederti tra un anno farei tanti gomitoli di mesi. Se l’attesa fosse di secoli li conterei sulla mano. E se sapessi che finita questa vita, la mia e la tua proseguiranno insieme , getterei la mia come inutile scorza e sceglierei con te l’eternità (Emily Dickinson)
Infinita Memoria
Postato il 24/03/2021

Se potessi rivederti tra un anno farei tanti gomitoli di mesi. Se l’attesa fosse di secoli li conterei sulla mano. E se sapessi che finita questa vita, la mia e la tua proseguiranno insieme , getterei la mia come inutile scorza e sceglierei con te l’eternità (Emily Dickinson)
Infinita Memoria
Postato il 24/03/2020

Se potessi rivederti tra un anno farei tanti gomitoli di mesi. Se l’attesa fosse di secoli li conterei sulla mano. E se sapessi che finita questa vita, la mia e la tua proseguiranno insieme , getterei la mia come inutile scorza e sceglierei con te l’eternità (Emily Dickinson)
Infinita Memoria
Postato il 24/03/2019

“Un uomo non muore mai se c’è qualcuno che lo ricorda.” (Ugo Foscolo)
Infinita Memoria
Giuseppe Cordero Lanza di Montezemolo (Roma, 26 maggio 1901 – Roma, 24 marzo 1944) è stato un ufficiale italiano, comandante del Fronte Militare Clandestino, martire alle Fosse Ardeatine e Medaglia d'oro al valor militare alla memoria.

La gioventù e la carriera militare
Partecipò alla Grande Guerra come volontario nel 3º Reggimento Alpini. Al termine del conflitto continuò la sua carriera nel Genio militare. Iscrittosi all’università, nel 1923 conseguì la laurea in Ingegneria civile. Promosso capitano nel 1928, fu incaricato di insegnare presso la Scuola di applicazione dell’Esercito.

Nel 1935 divenne addetto allo Stato Maggiore e l'anno successivo partì per la guerra di Spagna, dove gli venne affidato un battaglione del Genio telegrafisti e poi fu nominato capo di stato maggiore del Comando della II Brigata Mista “Frecce Nere”. Promosso tenente colonnello per meriti di guerra, nel 1940 fu nuovamente chiamato allo Stato Maggiore, passando così al Comando Supremo dell’Esercito (Superesercito). Promosso colonnello nel 1942, nel giugno 1943 assunse il comando dell’11º Reparto Genio motorizzato. È decorato di Croce di Ferro dai tedeschi.

Roberto Roggero riferisce di una voce (di cui - però - avvisa: è priva di riscontri) secondo la quale all'incontro di Feltre del 19 luglio 1943 fra Mussolini ed Hitler, Montezemolo sarebbe stato partecipe o addirittura a capo di una congiura per il rapimento dello stesso dittatore tedesco. Il primo a dare notizia della presenza di Montezemolo all'incontro di Feltre, ma semplicemente in qualità di interprete, fu Paolo Monelli in Roma 1943.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Continua a leggere it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Cordero_Lanza_di_Montezemolo
Entra nella tua area riservata per pubblicare video e foto.

Le fotografie sono la nostra Memoria nel tempo, suddividono la vita in una serie di attimi, ognuno dei quali ha il valore di un'intera esistenza.