Ezio Loik

+ Condividi
NATO IL 25-09-1919
MORTO IL 04-05-1949
Italia Football pictogram.svg Ezio Loik è stato un calciatore italiano, di ruolo mezzala destra. Perse la vita a Superga il 4 maggio 1949 quando il Fiat G.212 di ritorno dalla trasferta di Lisbona si schiantò contro il muraglione del terrapieno posteriore della basilica di Superga.
Pubblicato il 03/09/2012


Postato il 04/05/2022

Se potessi rivederti tra un anno farei tanti gomitoli di mesi. Se l’attesa fosse di secoli li conterei sulla mano. E se sapessi che finita questa vita, la mia e la tua proseguiranno insieme , getterei la mia come inutile scorza e sceglierei con te l’eternità (Emily Dickinson)
Infinita Memoria
Postato il 04/05/2021

Se potessi rivederti tra un anno farei tanti gomitoli di mesi. Se l’attesa fosse di secoli li conterei sulla mano. E se sapessi che finita questa vita, la mia e la tua proseguiranno insieme , getterei la mia come inutile scorza e sceglierei con te l’eternità (Emily Dickinson)
Infinita Memoria
Postato il 04/05/2020

Se potessi rivederti tra un anno farei tanti gomitoli di mesi. Se l’attesa fosse di secoli li conterei sulla mano. E se sapessi che finita questa vita, la mia e la tua proseguiranno insieme , getterei la mia come inutile scorza e sceglierei con te l’eternità (Emily Dickinson)
Infinita Memoria
Postato il 04/05/2019

“Un uomo non muore mai se c’è qualcuno che lo ricorda.” (Ugo Foscolo)
Infinita Memoria
Postato il 04/05/2018

“Una lacrima per i defunti evapora. Un fiore sulla loro tomba appassisce. Una preghiera per la loro anima la raccoglie Iddio” (infinitamemoria)
Infinita Memoria
Postato il 04/05/2017

Il ricordo dei defunti, la cura dei sepolcri e i suffragi sono testimonianza di fiduciosa speranza, radicata nella certezza che la morte non è l’ultima parola sulla sorte umana, poiché l’uomo è destinato ad una vita senza limiti, che ha la sua radice e il suo compimento in Dio. (Papa Francesco)
Infinita Memoria
Postato il 04/05/2016

“Sappiate che nulla di ciò che ha radice nel cuore è perduto o verrà dimenticato”.
Infinita Memoria
Postato il 09/06/2013

Mazzola rappresentava la mezzala estrosa, Loik era tutto concretezza. L'intesa con il capitano, già perfetta ai tempi del Venezia, diventò un'arma invincibile del Grande Torino.
Francesco
 Pag.  di 1  
Ezio Loik (Fiume, 26 settembre 1919 – Superga, 4 maggio 1949) è stato un calciatore italiano, di ruolo mezzala destra
Mezzala di gran movimento, era generoso e dotato di una spiccata resistenza fisica Proveniente dal Leonida Fiume, esordì con la maglia della Fiumana a soli 17 anni nella stagione 1936-193 disputando, giovanissimo, 41 gare in Serie C e siglando 12 reti. Trasferitosi al Milan, dopo tre convincenti stagioni con i rossoneri, approdò al Venezia con cui ottenne il terzo posto nel campionato 1942 e la vittoria della Coppa Italia nel 1941.
Perì con i suoi compagni di squadra nella tragedia di Superga. Con 70 gol totali con la maglia del Torino si trova al 10º posto della classifica dei marcatori del club torinese dietro a Franco Ossola (85).

PALMARES
Campionato italiano: 5
Torino: 1942-1943, 1945-1946, 1946-1947, 1947-1948, 1948-1949

Coppa Italia: 2
Venezia: 1940-1941
Torino: 1942-1943


Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Continua a leggere it.wikipedia.org/wiki/Ezio_Loik