Oreste Lionello

+ Condividi
NATO IL 18-04-1927
MORTO IL 18-02-2009
Italia Oreste Lionello è stato un attore teatrale, cabarettista, doppiatore, e direttore del doppiaggio italiano. È considerato uno dei padri del cabaret italiano, dove si impose a partire dal secondo dopoguerra.
Pubblicato il 01/09/2012
Seleziona un gadget






























































Postato il 18/02/2017

Il ricordo dei defunti, la cura dei sepolcri e i suffragi sono testimonianza di fiduciosa speranza, radicata nella certezza che la morte non è l’ultima parola sulla sorte umana, poiché l’uomo è destinato ad una vita senza limiti, che ha la sua radice e il suo compimento in Dio. (Papa Francesco)
Infinita Memoria
Postato il 18/02/2016

“Sappiate che nulla di ciò che ha radice nel cuore è perduto o verrà dimenticato”.
Infinita Memoria
Postato il 18/02/2015

Dio ha steso la sua mano per guidarti nel suo paradiso, lasciando a noi il ricordo e l'immagine di te per sempre.
Massimo
Postato il 01/10/2012

Una volta il medico era come un cecchino: al massimo ne faceva fuori uno alla volta. Poi è arrivata la Mutua ed è come se gli avessero messo in mano una mitragliatrice. Una strage.
Viviana

Oreste Lionello (Rodi, 18 aprile 1927 – Roma, 18 febbraio 2009) è stato un attore teatrale, cabarettista, doppiatore, e direttore del doppiaggio italiano.
È considerato uno dei padri del cabaret italiano, dove si impose a partire dal secondo dopoguerra.

Biografia
Nato a Rodi, allora colonia italiana ma cresciuto a Reggio Calabria, Lionello ha mosso i primi passi su un palcoscenico all'età di 10 anni, quando, vestito da valletto, chiudeva il sipario del Teatro Francesco Cilea a Reggio Calabria. Nel 1953 entrò a far parte della Compagnia del Teatro Comico Musicale di Radio Roma della RAI. L'anno seguente approdò in televisione sulla nascente Rai - Radiotelevisione italiana.
Nel 1956 fu protagonista nella trasmissione per ragazzi Il marziano Filippo; dopo essere stato nel 1962 nel cast dello sceneggiato televisivo Una tragedia americana, nel 1965 è stato poi interprete della serie televisiva Le avventure di Laura Storm, accanto a Lauretta Masiero ed Aldo Giuffrè. Nel 1969 ha preso parte al varietà televisivo È domenica, ma senza impegno, condotto da Paolo Villaggio. Negli anni settanta ha preso parte ai programmi di varietà Dove sta Zazà e Mazzabubù, condotti da Gabriella Ferri.
Nel 1970 fece un'esperienza come cantante partecipando al 18º Festival della canzone napoletana, dove propose le canzoni Casanova 70 e Tu m'è fatto murì, eseguite rispettivamente in abbinamento con Antonio Buonomo e Ombretta Colli: il relativo 45 giri fu stampato dall'etichetta Edibi.
Per quanto riguarda l'attività di doppiatore, Lionello ha prestato la sua voce, tra gli altri, per il doppiaggio di Charlie Chaplin nella versione ridoppiata nel 1972 di Il grand dittatore, di Groucho Marx in La guerra lampo dei fratelli Marx, di Dick Van Dyke in Mary Poppins, di Peter Sellers in Il dottor Stranamore, di Gene Wilder in Frankenstei  Junior e di Michel Serrault nella trilogia del Vizietto; viene però ricordato soprattutto per essere stato la voce italiana di Woody Allen nei film del regista e attore americano.
È stato presente anche in molti film di Fellini, dove spesso dà voce a più personaggi nella stessa pellicola. Inoltre nel Cyrano de Bergerac con Gérard Depardieu ha provveduto alla traduzione delle battute del protagonista, tutte rigorosamente in rima. Nel triennio 1983-1985 ha condotto "Al Paradise", il varietà di RaiUno in onda il sabato sera in sostituzione a "Fantastico". Con la compagnia del Bagaglino, fondata nei primi anni sessanta, ha partecipato a spettacoli e film televisivi.
Era padre dell'attore Luca e delle doppiatrici Cristiana e Alessia. È morto a Roma il 18 febbraio 2009 dopo una lunga malattia all'età di 81 anni.

In un'intervista Woody Allen ha dichiarato:

  « Oreste Lionello mi ha reso per anni un attore molto migliore di quanto non fossi veramente. Ci siamo conosciuti personalmente e mi è sempre sembrato un uomo molto amabile.»
   

Nel 2008 vince il Delfino d'oro alla carriera (Festival nazionale adriatica cabaret).
A Chieti, il 10 maggio 2009, ha ricevuto il premio "Sorriso d'Oro" alla memoria durante lo spettacolo teatrale Camera Smile. A ritirarlo è stata Giuliana Graziani, che lo ha ricordato con queste parole: 

 Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Continua a leggere it.wikipedia.org/wiki/Oreste_Lionello