Sergio Leone

+ Condividi
NATO IL 03-01-1929
MORTO IL 30-04-1989
Italia Sergio Leone è stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano. È stato uno dei più importanti registi della storia del cinema italiano e internazionale, particolarmente noto per i suoi film del genere spaghetti-western ....grazie a film come Per un pugno di dollariPer qualche dollaro in piùIl buono, il brutto, il cattivo
Pubblicato il 04/09/2012


Postato il 30/04/2018

“Una lacrima per i defunti evapora. Un fiore sulla loro tomba appassisce. Una preghiera per la loro anima la raccoglie Iddio” (infinitamemoria)
Infinita Memoria
Postato il 30/04/2017

Il ricordo dei defunti, la cura dei sepolcri e i suffragi sono testimonianza di fiduciosa speranza, radicata nella certezza che la morte non è l’ultima parola sulla sorte umana, poiché l’uomo è destinato ad una vita senza limiti, che ha la sua radice e il suo compimento in Dio. (Papa Francesco)
Infinita Memoria
Postato il 30/04/2016

“Sappiate che nulla di ciò che ha radice nel cuore è perduto o verrà dimenticato”.
Infinita Memoria
Postato il 30/04/2015

Caro Sergio, Dio ha steso la sua mano per guidarti nel suo paradiso, lasciando a noi il ricordo e l'immagine di te per sempre. Riposa in Pace....
Mimmo
Postato il 30/04/2015

“Per un pugno di dollari”: se proprio dovete duellare contro qualcuno, fate attenzione all’arma da scegliere, perché, come dice Ramon (Gian M. Volontè) a Joe (Clint Eastwood), “Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile, quello con la pistola è un uomo morto.”
Enzo Miacci
Postato il 02/11/2012

Il cinema dev'essere spettacolo, è questo che il pubblico vuole. E per me lo spettacolo più bello è quello del mito.
Gino

Sergio Leone (Roma, 3 gennaio 1929 – Roma, 30 aprile 1989) è stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano.
È stato uno dei più importanti registi della storia del cinema italiano e internazionale, particolarmente noto per i suoi film del genere spaghetti-western. Nonostante abbia diretto pochi film nella sua carriera la sua regia ha fatto scuola e ha contribuito alla rinascita del western negli anni sessanta, grazie a film come Per un pugno di dollari, Per qualche dollaro in più, Il buono, il brutto, il cattivo (che formano la cosiddetta trilogia del dollaro), C'era una volta il West e Giù la testa, ai quali si affianca C'era una volta in America, un gangster-movie (considerato uno dei massimi capolavori del cinema), che vanno a formare la cosiddetta trilogia del tempo. Nel 1972 con Giù la testa è stato vincitore del David di Donatello per il miglior regista mentre nel 1985 con C'era una volta in America è stato vincitore del Nastro d'argento al regista del miglior film.

Biografia
Le origini e gli inizi
Leone nacque il 3 gennaio 1929 a Roma, figlio di uno dei pionieri del cinema muto italiano, Roberto Roberti (nome d'arte di Vincenzo Leone), un regista e attore originario di Torella dei Lombardi (in provincia di Avellino) e di Bice Waleran (nome d'arte di Edvige Valcarenghi), un'attrice romana nata da una famiglia milanese di remote origini austriache; Leone iniziò a lavorare nell'ambiente cinematografico già a diciotto anni.

Già negli anni cinquanta cominciò a scrivere sceneggiature, inizialmente per il cosiddetto genere peplum, film epico-storici in costume molto in voga all'epoca (conosciuti in America anche come sword and sandal, letteralmente spada e calzari).
Ebbe anche una piccola parte, come comparsa, in Ladri di biciclette di Vittorio De Sica (è uno dei preti tedeschi sorpresi dalla pioggia).
Gli anni cinquanta: i peplum e i primi lavori importanti

I primi lavori di un certo rilievo lo videro come assistente regista o direttore della seconda unità in numerose produzioni hollywoodiane di grande importanza, girate agli studi di Cinecittà a Roma, nel periodo della cosiddetta Hollywood sul Tevere: quelli degni di nota sono Quo vadis? di Mervyn LeRoy (1951) e soprattutto il colossal Ben-Hur di William Wyler (1959), vincitore di 11 Oscar.Nel 1959 subentra a Mario Bonnard, colpito da una malattia che lo costrinse ad abbandonare il set, alla regia di Gli ultimi giorni di Pompei, al quale aveva collaborato alla sceneggiatura

Come risultato, quando finalmente ebbe la possibilità di debuttare da solo come regista con Il colosso di Rodi (1961), grazie alla lunga esperienza, riuscì a produrre un film con un basso budget che sembrasse tanto spettacolare quanto un vero e proprio colossal di Hollywood

.Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Continua a leggere it.wikipedia.org/wiki/Sergio_Leone