Carlo Monni

+ Condividi
NATO IL 23-10-1943
MORTO IL 19-05-2013
Italia Carlo Monni è stato un attore e poeta italiano Infinita Memoria ha realizzato questo Memorial, per omaggiare un Uomo che attraverso il merito della sua opera si è distinto, ricoprendo un ruolo importante nella vita sociale culturale del Paese. E’stato quindi doveroso da parte nostra, erigere un monumento alla memoria, la dove poter indirizzare i nostri Infiniti ringraziamenti


Pubblicato il 06/08/2015


Postato il 19/05/2020

Se potessi rivederti tra un anno farei tanti gomitoli di mesi. Se l’attesa fosse di secoli li conterei sulla mano. E se sapessi che finita questa vita, la mia e la tua proseguiranno insieme , getterei la mia come inutile scorza e sceglierei con te l’eternità (Emily Dickinson)
Infinita Memoria
Postato il 19/05/2019

“Un uomo non muore mai se c’è qualcuno che lo ricorda.” (Ugo Foscolo)
Infinita Memoria
Postato il 19/05/2018

“Una lacrima per i defunti evapora. Un fiore sulla loro tomba appassisce. Una preghiera per la loro anima la raccoglie Iddio” (infinitamemoria)
Infinita Memoria
Postato il 03/05/2018

Fù il Monni Questo Libro che oggi leggi Gigante popolano Pensatore Re di niente Cantai l'osceno Trivio della Gente di tanta Memoria non ricordo niente! (epitaffio)
Giuliano Costa
Postato il 19/05/2017

Il ricordo dei defunti, la cura dei sepolcri e i suffragi sono testimonianza di fiduciosa speranza, radicata nella certezza che la morte non è l’ultima parola sulla sorte umana, poiché l’uomo è destinato ad una vita senza limiti, che ha la sua radice e il suo compimento in Dio. (Papa Francesco)
Infinita Memoria
Postato il 19/05/2016

“Sappiate che nulla di ciò che ha radice nel cuore è perduto o verrà dimenticato”.
Infinita Memoria
Postato il 06/08/2015

„I’ Monni ci ha lasciato. L’attore – poeta non passeggerà più lungo i viali alberati delle Cascine, nella sua amata Firenze, ma nei prati immensi dei giardini del Cielo....
Saronno K2
Postato il 06/08/2015

„ 'Noi semo quella razza' tratta proprio dal film che lo rivelò al grande pubblico, 'Berlinguer ti voglio bene'.“
Alex Dante
 Pag.  di 1  
Carlo Monni (Campi Bisenzio, 23 ottobre 1943 – Firenze, 19 maggio 2013) è stato un attore e poeta italiano

.Biografia
Monni esordì con spettacoli nei locali e nelle feste paesane della sua zona. In tali occasioni ebbe la possibilità di incontrare Roberto Benigni, col quale strinse un lungo sodalizio artistico e umano. Nel 1976 Monni e Benigni approdarono su Rai 2: i due comici fingevano di disturbare le frequenze della RAI con una fantasiosa tv, Onda Libera, che trasmetteva da "una stalla di Capalle", con la scenografia arricchita da alcune mucche.

Nel 1978 fu nel programma di Roberto Benigni, Vita da Cioni. Da questo anno in poi recitò in diversi film che gli dettero la notorietà, tra cui spicca Berlinguer ti voglio bene di Giuseppe Bertolucci. Nel corso della sua carriera ebbe l'opportunità di lavorare per molti registi impegnati, come ad esempio Marco Ferreri, Sergio Citti, Massimo Troisi, Mario Monicelli, Carlo Lizzani, Pupi Avati, Tinto Brass e Paolo Virzì. Nel 1987 venne chiamato da Daniele Luchetti per il film Domani accadrà, ma dovette rifiutare a causa di un impegno teatrale[1]. Celebre nel 1984 il ruolo di "Vitellozzo", interpretato nel film Non ci resta che piangere, al fianco di Roberto Benigni e Massimo Troisi.

Molto rare furono invece le sue apparizioni in televisione, mezzo di comunicazione che non apprezzava: nel 1986 rifiutò di partecipare a Indietro tutta di Renzo Arbore, mentre negli ultimi anni di vita partecipò come ospite - sempre al fianco dell'amico Massimo Ceccherini - al programma Stracult[1]. Continuò a presenziare a spettacoli pubblici (oltre 100), tra cui nel 1998 lo spettacolo teatrale di Alessandro Paci e Massimo Ceccherini Fermi tutti questo è uno spettacolo, nel ruolo di Mastro Geppetto. Tra un impegno e l'altro amava dedicarsi al verseggiare libero nella tradizione toscana.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Continua a leggere it.wikipedia.org/wiki/Carlo_Monni