Giovanni Parisi

+ Condividi
NATO IL 02-12-1967
MORTO IL 25-03-2009
Italia Boxing pictogram.svgGiovanni Parisi è stato un pugile italiano. Noto nell'ambiente con l'eloquente soprannome di Flash, vanta nella sua carriera titoli prestigiosi. È stato campione mondiale della sigla WBO dei pesi leggeri 1992-93 e dei pesi superleggeri dal 1996 al 1998. Ha poi chiuso la carriera nei welter.
 
Pubblicato il 13/06/2013


Postato il 25/03/2018

“Una lacrima per i defunti evapora. Un fiore sulla loro tomba appassisce. Una preghiera per la loro anima la raccoglie Iddio” (infinitamemoria)
Infinita Memoria
Postato il 25/03/2017

Il ricordo dei defunti, la cura dei sepolcri e i suffragi sono testimonianza di fiduciosa speranza, radicata nella certezza che la morte non è l’ultima parola sulla sorte umana, poiché l’uomo è destinato ad una vita senza limiti, che ha la sua radice e il suo compimento in Dio. (Papa Francesco)
Infinita Memoria
Postato il 25/03/2016

“Sappiate che nulla di ciò che ha radice nel cuore è perduto o verrà dimenticato”.
Infinita Memoria
Postato il 26/03/2015

quante emozioni ci ha regalato, fino alla fine. Un grande uomo e un grande pugile, che lha lasciato un grande vuoto nel pugilato italiano e negli appassionati.
Sandro K.
Postato il 13/06/2013

Giovanni Parisi, che aveva eguagliato Nino Benvenuti vincendo un'Olimpiade e poi diventando campione del mondo in due diverse categorie, non era riuscito a conquistare il terzo mondiale
Raimondo
Giovanni Parisi (Vibo Valentia, 2 dicembre 1967 – Voghera, 25 marzo 2009) è stato un pugile italiano.

Biografia
Noto nell'ambiente con l'eloquente soprannome di Flash, vanta nella sua carriera titoli prestigiosi. È stato campione mondiale della sigla WBO dei pesi leggeri 1992-93 e dei pesi superleggeri dal 1996 al 1998. Ha poi chiuso la carriera nei welter.

Nel 1988 durante la XXIV Olimpiade svoltasi a Seoul (Corea del Sud) ha vinto la medaglia d'oro nella categoria pesi piuma battendo in finale il rumeno Daniel Dumitrescu stendendolo al tappeto al primo round.

Passato tra i professionisti, diventa per la prima volta campione mondiale dei leggeri battendo Altamirano a Voghera il 25 settembre 1992. Difenderà il titolo due volte, poi vi rinuncerà per passare ai superleggeri e tentare l'avventura americana. L'8 aprile 1995 sfida Julio Cesar Chavez a Las Vegas per la corona Wbc, perdendo ai punti.
Tornato in Europa, riconquista nel 1996 la corona mondiale WBO battendo Sammy Fuentes a Milano e la manterrà per due anni e cinque difese, fino alla sconfitta con Carlos "Bolillo" Gonzales a Pesaro nel 1998.

Due anni più tardi, nel 2000, tentò la conquista della corona mondiale nei welter ma perse contro il detentore, il portoricano Daniel Santos. A causa di un infortunio alla mano stette per circa due anni lontano dal quadrato, tornando a combattere nel 2003 contro Louis Mimoune. Chiuse la carriera nell'ottobre 2006, dopo una dura sconfitta ai punti inflittagli dal francese Frederic Klose in una sfida per il titolo europeo dei welter. In totale ha combattuto 12 volte in match con la corona mondiale in palio.
Viveva a Voghera, in provincia di Pavia, dove i genitori si trasferirono nei primi anni settanta.

È deceduto il 25 marzo 2009 all'età di 42 anni in un incidente stradale avvenuto sulla tangenziale di Voghera: la sua auto, una BMW M6, si è scontrata frontalmente con un furgone.

Palmarès
Giochi olimpici estivi [modifica]1988 - XXIV Giochi olimpici - Seoul (KOR) - Medaglia d'oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Continua a leggere it.wikipedia.org/wiki/Giovanni_Parisi