Agostino Di Bartolomeo

+ Condividi
NATO IL 08-04-1955
MORTO IL 30-05-1994
ItaliaFootball pictogram.svgAgostino Di Bartolomei è stato un calciatore italiano, di ruolo libero.

Infinita Memoria ha realizzato questo Memorial, per omaggiare un Uomo che attraverso il merito della sua opera si è distinto, ricoprendo un ruolo importante nella vita sociale culturale del Paese. E’stato quindi doveroso da parte nostra, erigere un monumento alla memoria, la dove poter indirizzare i nostri Infiniti ringraziamenti
Pubblicato il 20/10/2013
Seleziona un gadget






























































Postato il 30/05/2017

Il ricordo dei defunti, la cura dei sepolcri e i suffragi sono testimonianza di fiduciosa speranza, radicata nella certezza che la morte non è l’ultima parola sulla sorte umana, poiché l’uomo è destinato ad una vita senza limiti, che ha la sua radice e il suo compimento in Dio. (Papa Francesco)
Infinita Memoria
Postato il 30/05/2016

“Sappiate che nulla di ciò che ha radice nel cuore è perduto o verrà dimenticato”.
Infinita Memoria
Postato il 30/05/2015

“…Se ci fosse più amore per il campione oggi saresti qui - Ricordati di me mio capitano - Cancella la pistola dalla mano - Tradimento e perdono fanno nascere un uomo - Ora rinasci tu…”
Michele
Postato il 30/05/2015

Di Bartolomei, il condottiero romano e romanista, che ha portato la Roma a vincere il tricolore. Ciao Capitano sarai sempre con Noi...
Alessio Mocci
Postato il 20/10/2013

Capitano mio lo so che avevi coraggio, perche' quer giorno sei annato all'arrembaggio,l'eroi so' solo un gruppo d'esartati che moreno pe' esse ricordati, a te non te serviva capitano mio!.... riposa in pace in braccio der bon dio'.cia agosti' me manchi ancora! scritto da "stefano"
Mario
Agostino Di Bartolomei (Roma, 8 aprile 1955 – Castellabate, 30 maggio 1994) è stato un calciatore italiano, di ruolo centrocampista o libero.

Carriera
Club

Cresce calcisticamente vicino al suo quartiere Tor Marancia all'OMI, sino alle giovanili della Roma[2]. Con i giovani vince il titolo ed il passaggio in prima squadra avviene nella stagione 1972-1973. L'esordio avviene il 22 aprile, pochi giorni dopo il suo diciottesimo compleanno, contro l'Inter a Milano (0-0): il suo primo tecnico sarà Manlio Scopigno.
Nella stagione 1973-1974, alla prima giornata contro il Bologna (2-1), arriva il primo gol con la maglia giallorossa, valido per la vittoria. Nelle prime tre stagioni con i grandi colleziona 23 presenze, poi passa un anno a Vicenza per maturare definitivamente. Al ritorno diventa un punto fermo dei giallorossi. Dal 1976-1977 al 1983-1984 salta pochissime gare e a fine anni settanta diventa il capitano della Roma. Il campionato 1977-1978 è per lui il più prolifico, avendo messo a segno 10 reti. L'anno dello scudetto invece realizza 7 reti.
L'allenatore Nils Liedholm lo posizionava davanti alla difesa. In totale giocò con la Roma 308 gare (di cui 146 da capitano), segnando 66 gol. In undici stagioni giallorosse conquistò anche tre Coppe Italia.
Nella sua avventura romana venne espulso un'unica volta, nella stagione 1978-1979, contro la Juventus (gli venne sventolato il cartellino rosso insieme a Pietro Paolo Virdis), partita in cui segna anche la rete della vittoria.
Nel 1984, con l'arrivo di Sven Goran Eriksson sulla panchina, venne ceduto. Giocò la sua ultima partita in maglia giallorossa nella finale di Coppa Italia vinta contro il Verona. I tifosi gli dedicarono uno striscione: «Ti hanno tolto la Roma ma non la tua curva».
Militò successivamente nelle file del Milan, e durante questo periodo, nel 1985, nella partita contro la Roma fu colpito da Francesco Graziani, con la partita che si trasformò in una rissa. Con il Milan disputa tre stagioni segnando, tra l'altro, un gol in un derby.
Nel 1987 il Milan entrò nell'era Sacchi, e Di Bartolomei fu ceduto al Cesena: concluse la sua carriera nel 1990, nelle file della Salernitana, dove contribuì al raggiungimento della promozione in Serie B dopo 23 anni di assenza.

Nazionale
La prima convocazione nella Nazionale Under-21 arrivò nel 1973 (Di Bartolomei aveva 18 anni) ma non scese in campo. Dal 1976 al 1978 colleziona 7 convocazioni e altrettante presenze in Under-21.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Continua a Leggere http://it.wikipedia.org/wiki/Agostino_Di_Bartolomei